Indietro

Futuro della CTE, la CRPM esprime il suo apprezzamento per la bozza di relazione del Parlamento Ue

04 settembre 2018

CRPM, 3 settembre 2018

La Conferenza delle regioni periferiche marittime (CRPM) accoglie con favore la bozza di relazione del Parlamento europeo sul regolamento che riguarda il futuro della Cooperazione Territoriale Turopea (CTE). La bozza riconosce alle regioni la necessità di essere al centro di politiche Interreg rafforzate dopo il 2020.

La bozza di relazione è stata presentata oggi dal deputato del Parlamento europeo Pascal Arimont, alla riunione della Commissione Sviluppo Regionale del Parlamento europeo. La CRPM sostiene la proposta della relazione di aumentare il bilancio Interreg, anziché ridurlo del 12% così come proposto dalla Commissione, e di reintrodurre la possibilità di dare un seguito ai Programmi di Cooperazione marittima transfrontaliera.

[..]

Il presidente della CRPM Vasco Cordeiro ha dichiarato: "Accogliamo con favore questo primo importante passo avanti del Parlamento europeo, che è in linea con la posizione della CRPM e che riflette la necessità di un ambizioso programma Interreg con risorse adeguate, in linea con i bisogni territoriali ".

Una delegazione della CRPM ha incontrato Pascal Arimont lo scorso 30 agosto, prima che presentasse la bozza di relazione, per ricordare i “10 messaggi della CRPM per il futuro di INTERREG”.

La CRPM accoglie inoltre con favore il documento di lavoro del Comitato delle Regioni (CdR) sul futuro della CTE, in particolare il riconoscimento dell'importanza dei Programmi di Cooperazione marittima Transfrontaliera. Il documento è stato presentato da Marie-Antoinette Maupertuis, relatrice al CdR e membro esecutivo dell'Autorità regionale della Corsica, che presiede la Commissione delle Isole della CRPM.