4. Promozione della sostenibilità dei porti e della sicurezza in mare

 

Con la presenza sempre più massiccia di grandi navi nelle aree portuali, è diventato ancora più importante garantire costantemente approdi profondi e sicuri. Bisogna quindi trovare nuovi metodi per monitorare e contrastare il fenomeno dell’insabbiamento, che minaccia tutti i porti a causa delle correnti marine e fluviali, delle maree, del traffico marittimo. Questo processo di spostamento, accumulo e deposito dei detriti può mettere a rischio la sicurezza della movimentazione ed è frequentemente circoscritto con costosi dragaggi.

I porti dell’area di cooperazione, e le piattaforme logistiche a essi collegate, presentano inoltre un’insufficiente sostenibilità̀.

La logistica portuale dell'area è una delle cause principali delle emissioni di CO2 e presenta una debolezza importante per la parte di infrastrutture nelle aree retro portuali. La maggior parte delle navi nella zona di cooperazione utilizza oli combustibili molto inquinanti, non rispettosi della Direttiva n. 2012/33/EU.

Alle attività portuali è inoltre associata la produzione di migliaia di tonnellate di rifiuti tossici.

Lo spazio presenta inoltre un forte bisogno di affrontare i rischi specificamente legati all'insufficiente sicurezza marittima (con conseguenze spesso catastrofiche) dovuta al traffico molto intenso di merci, e soprattutto di merci pericolose, e di passeggeri che attraversano il nord del Mediterraneo per turismo nautico o crocieristico.

 

Progetti legati al polo:

DECIBEL

GEREMIA

GNL FACILE

GRAMAS

GRRinPORT

IMPATTI-NO

L.I.S.T. Port

MATRAC - ACP

MON ACUMEN

P.Ri.S.Ma.

MED PORT-5R

PROMO-GNL

QUALIPORTI

REPORT

RUMBLE

SE.D.RI.PORT

SEDITERRA

SICOMAR plus

SIGNAL

SPlasH!

TDI RETE-GNL

TRIPLO

 

Piattaforme:

Interreg Europe – Policy Learning Platform OT 6

INTERACT OT 5 e 7 e Knowledge of the Seas

 

Contenuti sul tema:

Report e presentazioni dell'incontro " Maritime safety and security - Maritime cooperation post 2020 " organizzato dalla rete " Knowledge of the seas " del Programma Interact (Porto, 21-22 novembre 2017)

 

Referenti del polo:

Mara Sori e Francesca Bonesso (Autorità di Gestione)

 

Contatti: marittimo1420@regione.toscana.it