Indietro

Un Anno in giro per il Mondo con ALACRES2

01 marzo 2020
Dimostrazione di ALACRES operativo sia su low cost Headset per Smartphone che su AR a HololensTM

Il progetto ALACRES2 (Servizio Avanzato di Laboratorio per Crisi ed Emergenze, in porto nello Spazio di cooperazione dell'alto tirreno, basato su Simulazione) mira a creare un Laboratorio Virtuale basato su Simulazione e Virtual & Augemented Reality (VR & AR)per supportare il miglioramento della Sicurezza in ambito Marittimo e Portuale. In effetti la simulazione combinata con VR e AR porta a realizzare delle soluzioni di Extended Reality (XR) che possono essere di grande aiuto per i gestori e gli operatori del porto nel definire e valutare le procedure per gestire una crisi e per migliorare la sicurezza trasversalmente al porto, ai terminal ed alla stessa città.

Nel corso del 2019 si sono condotte molteplici dimostrazioni in eventi di rilievo nel mondo proprio degli sviluppi condotti in ALACRES2 sia in termini di analisi e sviluppo di scenari virtuali, sia come modelli costruiti dal Simulation Team, Università di Genova e di Cagliari, in stretta collaborazione con la Guardia Costiera, con i CCI del Var e di Bastia e Alta Corsica, con l’ARPAL e con i colleghi dell’Università di Pisa e Quinn.

In effetti sin da maggio a Genova è stato dimostrato un modello di AR e simulazione basato sul paradigma MS2G (Modeling, Interoperable Simulation & Serious Games) destinato a supportare i comportamenti delle diverse figure operative chiamate alla gestione delle emergenze e progettato per testare nuovi protocolli comportamentali, nuovi standard di operatività, nuove procedure di monitoraggio e controllo dell'emergenza, nuove tecnologie di supporto per l'infrastruttura e i sistemi di bordo. In quest’ottica si mira, infatti, a creare un servizio per la definizione di Protocolli di Gestione univoci sia per le organizzazioni che per il personale, capaci di supportare lo sviluppo delle competenze degli operatori nelle emergenze in una delle condizioni di maggior debolezza e criticità della catena logistica determinata proprio dalla discontinuità fisica nel passaggio da mare a terra e viceversa.

Questa simulazione è stata presentata quindi a luglio sia ad Eurosim a Logrono in Spagna, dove si teneva la riunione annuale di tutte le associazioni di Simulazione Europee, che a Summersim evento chiave della Society for Modeling and Simulation Internatioanl tenutosi a Berlino in Germania.

A seguito di questi eventi una versione estesa capace di operare anche su smartphones e tablets è stato presentata in una sessione (Figura 1) speciale del International Conference on Harbor, Maritime and Multimodal Logistic Modelling and Simulation (HMS) all’International Multidisciplinary Modeling & Simulation Multiconference (I3M) di Lisbona (18-20 settembre).

Eventi tecnici e workshop hanno permesso di far interagire esperti ed operatori portuali e di agenzie di controllo (Figura 2) con queste soluzione di eXtended Reality e Simulazione come è avvenuto a Genova per il Workshop Safety & Security in Critical Infrastructures & Ports as Opportunities for Plant Engineering (27 settembre) organizzato di concerto con il Consiglio Nazionale degli Ingegneri e Confindustria, come anche durante la Fiera Ambiente e Lavoro a Bologna Fiere di concerto con INAIL (15-17 ottobre).

In effetti nel progetto ALACRES2 si sono creati ambienti compatibili con la diffusione e distribuzione di APP derivate queste soluzioni pronti per essere impiegati su cellulari e su soluzioni di VR da poche decine di Euro, come gli headset per cellulari distribuiti dal progetto ALACRES2 durante l’Evento di Lancio del Cluster dei 5 Progetti sulla Sicurezza Marittima tenutosi il 18 ottobre in collaborazione con la Port Authority di Genova e la Regione Liguria.

L’impatto di questo approccio a livello globale è molto elevato come ha dimostrato la presentazione delle innovative soluzioni di ALACRES2 durante gli eventi WAMS e STRATEGOS Workshop a Singapore tenutosi presso NUS (Singapore, 30-31 ottobre, 2019) e JCU (novembre 2019) dove si è tenuto un panel su Strategie e Sicurezza con attenzione anche specifica alla logistica ed ai porti e alla nuova Silk Route (figure 3).

L’ambiente ALACRES2 è stato creato in modo da poter essere impiegato anche in ambienti interattivi, immersivi, interoperabili e intuitivi come lo SPIDER (Simulation Practical Immersive Dynamic Environment for Reengineering) del Simulation Team dove più esperti possono entrare ed interagire con il mondo virtuale; un’immagine di questo modo operativo è riassunta nella figura 4.

In pratica l’approccio utilizzato per creare i modelli ALACRES2 consente di farli spaziare da operare su CAVE (Cave Automatic Virtual Environment) come lo SPIDER del Simulation Team del costo di oltre 40'000 di Euro fino a headset da 40 Euro, passando per le HolonesTM da 4'000 e per l’Oculus Rift da 400 Euro. Questo approccio rende quindi facili, sostenibili ed intuitivo l’impiego dei simulatori ALACRES2, come mostrato in figura 5. Attualmente il team di progetto sta finalizzando la realizzazione degli Scenari per condurre le sperimentazione con gli esperti su problemi concreti mirati a trasformare la tecnologia in una soluzione operativa che faccia parte del processo di valutazione rischi, definizione procedure e formazione.

 

Figure 1. ALACRES2 permette di avere visioni 3D Stereoscopiche anche utilizzando semplicemente uno Smartphone e degli Headset low cost

 

 

 

 

 

 

Figure 2. Dimostrazione di ALACRES2 nel Workshop Safety and Security in Ports presso Confindustria e Ordine degli Ingegneri

 

 

 

 

 


Figure 3. Il Panel a JCU Singapore che discute su tecnologie innovative per Strategie e Sicurezza dove sono stati presentati i modelli di ALACRES2

 

 

 

 

 

 

Figure 4, Uno Scenario di Sicurezza Portuale in XR all’interno dello SPIDER, ambiente interattivo, immersive, interoperabile e intuitivo

 

 

 

 

 

 

Figure 5, Dimostrazione di ALACRES operativo sia su low cost Headset per Smartphone che su AR a HololensTM