Go SMarT Med

Gouvernance des Services Maritimes des Transports dans la Méditerranée

Il progetto

La sfida comune del progetto  Go SMarT Med è la crescita sostenibile attraverso la gestione innovativa dei servizi di trasporto marittimo merci per mitigare l’isolamento dei territori insulari.

Go SMarT Med studia una nuova governance strategica per coordinare le connessioni tra i porti Core (Genova, Livorno, Cagliari, Palermo) e i porti Comprehensive (Tolone, Bastia) migliorando la competitività dei territori insulari. Il sistema attuale di offerta di servizi di trasporto marittimo merci, infatti, è scoordinato e favorisce il ricorso ai trasporti terrestri.

Obiettivo generale del progetto è contribuire a sviluppare sistemi di trasporto marittimo merci coordinati per migliorare la connessione dei nodi secondari e terziari dell’area di cooperazione alle reti TEN-T.

Go SMarT Med realizza uno studio di fattibilità che verifica il grado di efficienza di un nuovo sistema di rete ottimizzato per il coordinamento di servizi esistenti di trasporto marittimo delle merci via ro-ro e container. Tale sistema, oggetto del progetto di governance, è orientato alla integrazione delle tariffe (minori costi per il cliente), degli orari (minore tempo di viaggio) e delle frequenze di linee di trasporto marittime operanti nell’area di studio.

Beneficiari del nuovo sistema sono:

  • le compagnie marittime;
  • le aziende che inviano/ricevono merci (clienti del servizio);
  • gli operatori portuali (agenzie marittime, spedizionieri,agenzie di lavoro portuale,trasportatori);
  • i rappresentanti di istituzioni pubbliche/decisori politici.

Lo studio di fattibilità è un lavoro transfrontaliero strettamente coordinato, realizzato con il contributo di partner di tutte le regioni coinvolte nel programma, esito di 18 mesi di lavoro comune.

Go SMarT Med è innovativo: le valutazioni sul rendimento derivano da dati reali di domanda e offerta raccolti mediante interviste ai vari attori della supply chain. Viene inoltre introdotta la tracciabilità delle merci come parametro di stima del nuovo modello di rete attraverso cui si valutano gli effetti del sistema coordinato.

Il budget del progetto è di 647.498,41 euro finanziati per l'85% con fondi del FESR.