GRRinPORT

Gestione sostenibile dei rifiuti e dei reflui nei porti

Indietro

Ultima tappa del tour di GRRinPORT: 28 giugno a Livorno

24 giugno 2019

Il Progetto GRRinPORT - Gestione sostenibile dei rifiuti e dei reflui nei porti, finanziato sul Programma Operativo Italia-Francia Marittimo cofinanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR) nell'ambito della Cooperazione Territoriale Europea CTE), ha compiuto un anno e parte in tour per tracciare un bilancio dell'attività svolta finora e descrivere le attività future.

L'obiettivo del progetto, avviato nell'aprile 2018, è quello di migliorare la qualità delle acque marine nei porti, limitando l'impatto dell'attività portuale e del traffico marittimo sull'ambiente. Si tratta anche di definire una serie di buone pratiche per la gestione dei rifiuti e dei reflui,oltre che di favorire il lavoro per dare una veste organica alla normativa a livello transnazionale. A beneficiare dei risultati di GRRinPORT gli enti gestori e gli utenti delle aree portuali, oltre alla collettività più in generale.

Partner di GRRinPORT sono l’Università degli Studi di Cagliari - come capofila - con il Dicaar (Dipartimento ingegneria civile, ambientale e architettura) e il Disb (Dipartimento Scienze biomediche), la Regione Autonoma della Sardegna (Agenzia regionale distretto idrografico della Sardegna, Ras-Adis), la Fondazione MEDSEA (Mediterranean Sea and Coast Foundation), l'Université de Corse Pasquale Paoli (Laboratoire Lisa – Umr CnrS6240 Lieux, Identités, eSpaces et Activité), l'Office des Transports de la Corse, l'Università di Pisa con il DESTEC (Dipartimento di ingegneria dell’Energia, dei Sistemi, del Territorio e delle Costruzioni) e l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Sezione sperimentale per la valutazione del rischio ecologico marino costiere afferente al CN-COS, Livorno).

L'ultimo seminario del nostro tour si terrà il 28 giugno a Livorno, a partire dalle ore 9.30, presso l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, presso Polo della Logistica e della Alte Tecnologie - Complesso Dogana d’Acqua, via del Cedro 38, Livorno.

La giornata inizierà con una visita all'impianto pilota, per poi spostarci alla sede ISPRA Livorno. Dopo I saluti istituzionali del Dott.David Pellegrini - Responsabile Sezione sperimentale valutazione rischio ecologico in aree marino costiere e della Dott.Stefania Balzamo - Direttrice del Centro Nazionale per la rete nazionale dei laboratori,il capofila UNICA aprirà ufficialmente il convegno con due interventi: Alessandra Carucci parlerà degli obiettivi e delle attività del Progetto GRRinPORT e Elena Tamburini illustrerà il ruolo dei microrganismi nella degradazione degliidrocarburi e nel monitoraggio ambientale.

Carla Mancosu e Antonello Corda (Regione Autonoma della Sardegna) affronteranno il tema della Direttiva 2000/60/CE e delle sue prospettive, per poi passare la parola a Claudio Detotto (UCPP) che presenterà un'indagine sulle pratiche di separazione dei rifiuti a bordo delle navi.

I lavori riprendono nel primo pomeriggio con l'intervento sul Test a scala di laboratorio propedeutici all'allestimento di prove pilota di landfarming ed elettrocinesi di sedimenti portuali di Renato lannelli e Simona Di Gregorio (UNIPI).

Andrea La Camera e Fabiano Pilato (ISPRA) chiuderanno il convegno illustrando l'operato previsto da ISPRA nel progetto e l'impianto pilota per il trattamento sperimentale dei sedimenti utilizzato nel progetto GRRinPORT

Il convegno proposto vuole essere un’occasione di discussione e di approfondimento dei temi affrontati nel progetto con gli attori del territorio. 

Il numero di posti è limitato.È necessario registrarsi all'evento entro il 26 Giugno cliccando su: https://grrinport_livorno.eventbrite.it