Indietro

Resoconto Hackathon SA.VO.I.R.S PROVENCE

04 giugno 2021

COMUNICATO STAMPA DI CHIUSURA

HACKATHON LEAP (4 Giugno 2021)

 

Venerdí 4 giugno si è svolta la finale del secondo Hackathon nel contesto del Progetto SAVOIRS, finanziato da INTERREG- MARITTIMO e organizzato dal Lycée Privé Provence Verte di Saint Maximin.

Tre teams presenti, con dei giovani motivati ed investiti, hanno lavorato, proprio prima dei loro esami di maturità, sulla seguente problematica:

 “Come possono i giovani essere attori e motori del turismo verde, utilizzando la techno-ecologia e valorizzando il territorio, con la creazione di nuove occupazioni, in particolare nel campo della cultura e delle attività di svago.”

Le loro idee, pertinenti ed innovatrici, sono state  presentate ad una giuria composta da tre professionisti :

  • Nadya Chaffaut, resposabile contatti con le aziende nel Lycée Privé Provence Verte ;
  • Roseline Morvan, insegnante di gestione d’impresa nello stesso istituto ;
  • Rossana Piras, insegnante di francese nel Campus Mossa di Oristano

 

Alla presentazione di ogni idea ha seguito una breve serie di domande da parte della giuria, che ha infine designato la squadra vincente : Eco Green Tourism, un’azienda nomade che propone l’affitto di diversi tipi di veicoli elettrici, principalmente a giovani ed a persone a mobilità ridotta che desiderano visitare i siti culturali a prezzi competitivi !

Il lavoro, frutto di un’interessante riflessione transfrontaliera, ha permesso di rinnovare i legami fra i giovani franco-italiani, grazie alle varie piattaforme di communicazione online.

Il terzo ed ultimo Hackathon sarà organizzato dal partner italiano Fondazione Campus di Lucca i prossimi

17 e 18 giugno.

Avremo il piacere di organizzare e di partecipare all’evento finale del 2 luglio, che concluderà questo magnifico progetto e nel corso del quale le squadre vincenti dei tre Hackathon presenteranno ancora una volta le loro idee.

Siamo ovviamente tutti impazienti di rinnovare questi scambi europei, affinchè i nostri giovani possano continuare ad acquisire le competenze utili per il rilancio dei mestieri tradizionali, permettendo loro di proporre le loro idee e soluzioni per il futuro.