MARE DI AGRUMI

MARchio turistico e biotEcnologie verDi per lo sviluppo di Imprese su una risorsa comune: gli AGRUMI

Indietro

MOSTRA MERCATO DEGLI AGRUMI DEL MEDITERRANEO

30 novembre 2018
Il Museo di Storia Naturale, in via Roma 234, apre le porte sabato 1 e domenica 2 dicembre a "Mare diAgrumi" una mostra–mercato degli agrumi del Mediterraneo. Ingresso gratuito. Due giorni di incontri e approfondimenti per far conoscere proprietà, usi e tanto altro sugli agrumi. Non mancheranno degustazioni e laboratori di cucina. La manifestazione, è realizzata nell'ambito del progetto transfrontaliero Mare di Agrumi di cui la Provincia di
Livorno è partner. Il progetto è finanziato dal programma Interreg Marittimo 2014/2020. Sfogliando il programma sabato alle 10 ci sarà il convegno di apertura dove si parlerà degli agrumi sia dal punto di vista alimentare che dei suoi molteplici utilizzi per il benessere della persona, ma anche come risorsa turistica per i territori. Dalle 14 alle 19, sempre di sabato, l'apertura della mostra mercato. Nello show cooking si esibiranno Barman FIB Toscana. I protagonisti della mostra, gli agrumi, saranno presentati sotto varie vesti: da prodotti alimentari biologici a prodotti per la cosmesi. Dieci gli stand nei quali sarà possibile degustare ed acquistare i prodotti. Domenica, dalle 9, l'istruttrice Daniela Pinna dell'associazione culturale La Porta d'Oro parlerà delle proprietà degli agrumi nella medicina cinese. Alle 11,30 interverrà l'Associazione per la tutela e valorizzazione della Gallina livornese;seguirà una degustazione di crema al limone e all'arancia.
Durante la mostra mercato saranno presenti anche studenti di varie scuole. Domenica alle 15,30 gli studenti dell'Isis Pira di Siniscola prepareranno un piatto a base di "sa pompia". Alle 17 i ragazzi dell'Isis Mattei di Rosignano cucineranno crepes al profumo di agrumi. Per i più piccoli sono previsti laboratori didattici dalle 10 alle 12. Oltre alla Provincia di Livorno, sono previsti gli interventi del Comune di Savona, capofila del progetto e degli altri partner: Comune di Siniscola, Centro di Sperimentazione ed Assistenza Agricola, Chambre de Commerce et d'Industrie Territoriale de Bastia et de la Haute Corse, Institut National de la Recherche Agronomique, Università di Pisa.