O.P.E.R.A.

Organizzare e Promuovere le Energie per il Rilancio della Attività

Indietro

Regione Sardegna : Casi di successo

18 marzo 2020

Storia della Cooperativa agricola interculturale

Il progetto di una cooperativa agricola inclusiva e interculturale nasce dall’incontro a Sassari tra un imprenditore campano, Maurizio Di Girolamo, e un giovane agronomo di origine nigeriana, Olatunde Ezekiel Abiodun, titolare di protezione umanitaria e studente del corso di laurea magistrale in Sistemi agrari all’Università di Sassari, tra i primi atenei italiani ad aver aderito nel 2018 al progetto del Passaporto Europeo per le Qualifiche dei Rifugiati (EQPR). Un terzo attore, il Centro di ascolto per immigrati della Caritas di Sassari, ha giocato un ruolo fondamentale per il progetto, costruendo un ponte tra l’esperienza di Maurizio e quella di Ezekiel e sostenendo la costruzione di una rete sociale e professionale di supporto e accompagnamento. Di questa rete è oggi parte Confcooperative Sassari Olbia insieme al suo Centro servizi Puntocooper, Antenna territoriale del progetto O.P.E.R.A.

Un tirocinio all’interno della ditta individuale del Sig. Di Girolamo, iniziato lo scorso anno in ottobre, ha consentito al giovane Ezekiel - disoccupato in cerca di opportunità di crescita e inserimento - di farsi conoscere e apprezzare per le sue competenze e la sua intraprendenza, consentendo l’avvio di una coltivazione di piante africane, okra e peperoncino habanero, nel territorio di Sassari. All’interno dell’azienda, la sua storia ha incrociato quella di altre fragilità, due persone beneficiarie del progetto “Includis”, promosso dalla Regione Sardegna con l’intento di favorire, attraverso servizi di accompagnamento al lavoro, il reinserimento sociale partecipato di persone con disabilità. Impegnato nel volontariato e spinto da una forte sensibilità sociale, il Sig. Di Girolamo ha immaginato di lasciarsi alle spalle la sua impresa individuale per contribuire a dar vita ad una cooperativa agricola a forte vocazione sociale, coinvolgendo in modo attivo e responsabile alcuni dei suoi compagni di viaggio, primo fra tutti Ezekiel. Con il supporto di O.P.E.R.A., lo spirito cooperativo e mutualistico da cui trae origine il progetto di Maurizio, potrà presto tradursi in una vera e propria realtà imprenditoriale.