IMPACT

IMpatto Portuale su aree marine protette: Azioni Cooperative Transfrontaliere

Il progetto

IMPACT affronta la sfida della gestione di aree marine protette (AMP) vicine a zone portuali. L’obiettivo è definire piani transfrontalieri di gestione sostenibile per la protezione efficace delle AMP in armonia con le esigenze di sviluppo dei porti, elementi fondanti della Blue Growth. IMPACT costruirà un sistema informativo geografico (GIS) dedicato, disponibile su WEB, le cui informazioni saranno organizzate in dataset relativi a:

a) trasporto delle correnti marine tra porti e AMP, basati su misure oceanografiche da radar costieri e drifters;

b) proprietà di ritenzione ecologica delle AMP, ottenute con rilievi ecologici e modelli numerici;

c) distribuzioni di contaminanti, basate su dati storici e misure dedicate. Saranno prodotte mappe con indici semaforici per stimare nel tempo la vulnerabilità delle diverse zone all’interno dell’AMP alle pressioni connesse alla prossimità dei porti.

L’approccio è basato su un piano di modellistica e monitoraggio innovativo che capitalizza e amplia la rete esistente di infrastrutture transfrontaliere costruita nei progetti MOMAR e SICOMAR. La piattaforma WEB-GIS sarà lo strumento unitario interoperabile di gestione delle AMP da parte degli enti preposti e delle istituzioni titolari della pianificazione degli spazi marittimi in attuazione della Direttiva 2014/89/UE. Inoltre il progetto fornirà supporto indispensabile agli enti preposti all’attuazione della Marine Strategy Framework Directory: i partner Regione Toscana, ISPRA (Italia) e Ifremer (Francia) sono da tempo direttamente coinvolti in questo processo.

Il partenariato include 4 regioni, Toscana, Liguria Corsica e PACA; la metodologia sarà testata in 4 AMP nelle immediate vicinanze dei porti di Livorno, La Spezia, Bastia e Tolone. L’approccio transfrontaliero è centrale sia per la comunanza dei problemi relativi a zone chiave e vulnerabili, sia per garantire l’efficacia degli interventi, basandoli su una rete infrastrutturale e su pratiche condivise.

Durata del progetto: 36 mesi
Data di Inizio: 1 marzo 2017

Progetto finanziato dall'Unione Europea (FESR : Fondo europeo di sviluppo regionale). Budget totale: 1.932.234,84 € - Finanziamento FESR: 1.642.399,61 €.