Indietro

RACINE, un Accordo di Rete per connettere i luoghi della cultura della zona transfrontaliera

24 agosto 2021
Designed by rawpixel.com / Freepik

Il progetto RACINE, co-finanziato dal Programma Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020, promuove nuove forme di partecipazione comunitaria nella valorizzazione dei luoghi della cultura (parchi archeologici, aree monumentali, musei) in Toscana, Liguria, Sardegna, Corsica e Regione Sud  Provence-Alpes-Côte d'Azur.

Il progetto prevede la stipula di un accordo di rete tra tutti i luoghi della cultura della zona transfrontaliera italo-francese. Obiettivo di tale accordo è quello di promuovere uno spazio di scambio privilegiato di esperienze, competenze, programmi ed iniziative culturali locali, il cui fil rouge sarà la relazione con il territorio e la comunità di riferimento.

Inoltre, l’iniziativa di un accordo di rete tra i luoghi della cultura di RACINE è strettamente collegata agli accordi di collaborazione promossi da altri progetti finanziati dal Programma Interreg IT-FR Maritime come per esempio i progetti GRITACCESS (strategico) e ITINERA ROMANICA + (semplice). L’obiettivo è di capitalizzare le esperienze dai territori dell’area transfrontaliera al fine di facilitare il coordinamento di azioni congiunte per un più efficace impatto delle politiche di gestione del patrimonio culturale locale. In particolare, tali accordi dovranno mettere in connessione i luoghi della cultura identificati dai progetti semplici ITINERA ROMANICA + e RACINE con gli itinerari culturali proposti nel progetto strategico GRITACCESS:

I luoghi della cultura che entreranno a far parte dell’accordo di rete saranno musei, parchi ed aree archeologiche, monumenti. Oltre ai luoghi della cultura già identificati per l’elaborazione dei Patti Locali (pubblicato qui), altri quindici luoghi localizzati nelle cinque regioni dell’area transfrontaliera del Marittimo entreranno a far parte dell’accordo:

Museo del Portus Scabris, Scarlino (Toscana)

Museo della cultura contadina Alta Val Trebbia, Montebruno (Liguria)

Tomba dei leoni, necropoli etrusca di Sovana, Sorano (Toscana)

Museo diffuso della cultura contadina - Ecomuseo Alta Val Petronio, Castiglione Chiavarese (Liguria)

Castello Aghinolfi, Montignoso (Toscana)

MUCAST - Polo Archeominerario di Castiglione Chiavarese, Castiglione Chiavarese (Liguria)

Museo statue-stele, Castello del Piagnaro, Pontremoli (Toscana)

Tomba dei giganti, Santadi

Museo zoologico, Villa Baciocchi, Capannoli (Toscana)

Museo civico archeologico di Santadi

Museo civico, Palazzo Guicciardini, Montopoli (Toscana)

Conservatoire du Patrimoine du Freinet, Freinet (Région SUD – PACA)

 

Museo archeologico, Distretto Minerario, Rio nell’Elba (Toscana)

Museo della civiltà condadina e pastorale, Bitti (Sardegna)

Museo dei minerali, Parco minerario, Rio nell’Elba (Toscana)

EcoMuseo della montagna sarda, Aritzo (Sardegna)

Museo della figurina del gesso e dell’emigrazione, Coreglia Antelminelli (Toscana)

Museo del Fiore Sardo, Gavoi (Sardegna)

Palazzo Ducale, Lucca (Toscana)

Museo della Cultura Pastorale, Fonni (Sardegna)

Museo del lavoro e delle tradizioni popolari, Seravezza (Toscana)

Museo Etnografico sa domo 'e sos Marras, Galtellì (Sardegna)

Musée associatif d'art et de traditions populaires "Anton Dumenicu Monti", ADECEC, Cervione (Corse)

Parco Museo S'Abba Frisca, Dorgali (Sardegna)

Musée Pascal Paoli, Merusaglia (Corse)

Museo Archeologico Dorgali, Dorgali (Sardegna)

Museo Alta Rocca, Levie (Corse)

Museo della civiltà condadina e pastorale, Bitti (Sardegna)

L’accordo è in fase di elaborazione e sarà stipulato entro la fine del progetto, prevista per marzo 2022.